Sabato 17 l’organista Luc Antonini al San Lorenzo di Vicenza

ArteBlogEventi LocaliMusica

Federica Scalaby:

Il Festival Concertistico non si ferma, anzi,  Sabato 17 ottobre   a  Vicenza , ore 17:00 presso il Tempio di San Lorenzo suona l’Organo Mascioni 1933, con l’organista LUC ANTONINI.

PROGRAMMA:

Johann Sebastian Bach (1685 – 1750) Toccata et fugue en ré mineur BWV 565

Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791) Fantaisie en fa mineur Kv 608

Felix Mendelssohn (1809 – 1847) Sonate n°6 en ré mineur sur le choral “Vater unser”

Louis Vierne (1870 – 1937) Final, extrait de la 6ème Symphonie Op. 59

Organo costruito dalla ditta V. Mascioni nel 1933 op. 456. La consolle ha tre tastiere di 61 note e pedaliera radiale-concava di 32 note. 39 registri.

La trasmissione è elettrica sia per i registri che per i tasti.

CURRICULUM:

Nato nel 1961 a d Avignone, Luc Antonini comincia gli studi musicali nella sua città natale prima di entrare al Conservatorio  Nazionale Superiore di Parigi dove ottiene sei Premi tra cui quello d’Organo all’unanimità. Incomincia molto presto una carriera di concertista che lo porta nelle pi importa tenti città d’Europa e nei Festivals più prestigiosi.

Insegna Organo al Conservatorio di Montpellier. E’ titolare dell’Organo Barker et Verschneider della Collegiale Saint-Agricol d’Avignon, e co-titolare de “l’orgue dorè italien de la Metropole Notre-Dame des Doms a Avignon”.

Fondatore e presidente dell’Associazione Organo in Avignone e direttore artistico del Ciclo di Musica Sacra  di Avignone, contribuisce alla valorizzazione del patrimonio storico degli organi avignonesi. Il suo vasto repertorio abbraccia una letteratura molto varia dal XVII secolo ai giorni nostri. Ha interpretato più volte in concerto l’integrale del Livre d’Orgue di Olivier Messiaen. Ha anche registrato diversi CD sempre accolti unanimemente dalla critica. Antonini è anche compositore. Ha scritto varie Messe, oltre a una serie di brani per organo solo intitolata “Dialogus” . Ha scritto un’opera per quintetto di fiati e pianoforte , che è stata esguita la prima volta nel 2008 ad Avignone nell’ambito delle cerimonia per il  Centenario della nascita di O. Messiaen.

Ha orchestrato le Trois Danses per organo di Jehan Alain, eseguite dalla orchestra nazionale di Tolosa  in varie occasioni.

Scrivi un commento

CARICO...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: