Urbino omaggia Ivan Graziani, un film sul menestrello rock

ArteBlogCinemaMusica

Federica Scalaby:

Siamo lieti di riportare la notizia della prossima uscita di un lavoro sulla vita di Ivan Graziani, il film biografico “Cavalieri nel vento”. Il set, la bella Urbino.Nella primavera 2020, proprio nella città ducale si svolgeranno sei settimane di riprese. Il film nasce da una proposta di Svim (Società Sviluppo Marche) che ha messo insieme il gruppo di lavoro formato da professionisti con esperienza decennale nel mondo del cinema, della musica e dello spettacolo, con la collaborazione e il sostegno di Anna e Filippo Graziani, moglie e figlio dell’artista nato a Teramo, ma marchigiano d’adozione. «Sono orgoglioso di questo progetto, partito nel 2007 dopo aver riportato in città il Premio Pigro – ha commentato Gianluca Carrabs, amministratore unico di Società di sviluppo Marche Ssvim, che ha riunito il gruppo di professionisti che lavorerà alla pellicola –. Sarà coinvolgente anche per chi studia qua, che si potrà rivedere nella storia d’amore tra Ivan e Anna, vissuta tra i vicoli della città e il Montefeltro. Il film sarà promosso in 200 cinema e poi sulle reti nazionali».

Prevista la produzione di un lungometraggio, la realizzazione di un disco tributo e la messa in scena di un musical. Gianluca Carrabs, ha ricordato che “a Urbino Ivan ha studiato, si è formato e ha conosciuto la donna della sua vita, Anna. Urbino è il luogo giusto e perfetto, per raccontare questa storia”.

Lo sceneggiatore Paolo Logli ha sottolineato l’importanza della presenza di Anna per la stesura della storia: «Ho avuto la fortuna di averla accanto per farmi spiegare come sia andata realmente. Raccontare gli anni di Ivan a Urbino è raccontare la formazione di un artista e un incontro d’amore ed è bello farlo non attraverso il momento del grande successo, ma della costruzione, della voglia di arrivare».

Secondo Massimo Di Rollo, capo produttore, ‘Cavalieri nel vento’ è un film ambizioso «che narrerà di un grande artista e dell’ambito in cui si è mosso, ma che si porrà anche come sfida culturale. Sarà un vero omaggio, con un coinvolgimento su più fronti: vorremmo realizzare un disco-tributo con alcune sue canzoni interpretate da altri artisti e anche un musical». Una parte importante sarà il recupero di tutti i disegni realizzati da Ivan.

“Ivan nasce a Teramo il 6 ottobre 1945 da madre sarda e da padre abruzzese. E’ un bambino appassionato di musica, avendo ricevuto in dono una batteria  e  di disegno. Ma sarà con l’abbandono del fratello maggiore della camera in comune e di una chitarra quasi dimentica in un angolo che il  giovane Ivan diviene un tutt’uno con il nuovo strumento ,strimpellato così assiduamente da costringere i familiari e relegarlo fuori casa, nella piccola struttura destinata ai lavori fotografici del padre. Big Joe Turner, Chuck Berry, Little Richard e Jerry Lee Lewis irrompono di prepotenza quel contesto fatto di sogni destinati a diventare realtà”.

 

Scrivi un commento

CARICO...