Billie Eilish, per il rock che non muore

BlogMusica

Corrado Baùby:

Avere diciassette anni e venire paragonati da uno dei rocker più in vista sulla piazza mondiale a quella che è stata identificata l’ultima band a fare epoca è decisamente impegnativo però è appena successo: nel corso di una conferenza tenuta, martedì 12 febbraio, presso il Beverly Hilton Hotel di Los Angeles, il batterista dei Nirvana oggi leader dei Foo Fighters Dave Grohl ha definito Billie Eilish “la prova che il rock non sia ancora morto”.

Riporto le sue testuali parole “Le mie figlie sono ossessionate da Billie Eilish”, ha spiegato Grohl al numero uno di Live Nation Michael Rapino, anche lui parte del panel del convegno: “Le sta succedendo esattamente quello che successe ai Nirvana nel 1991″. Le gente si chiede: ‘Il rock è morto?’. Quando guardo gente come Billie Eilish, capisco che il rock non è ancora morto”.

Nonostante l’endorsement nei confronti della Eilish (che si esibirà in Italia il prossimo 21 febbraio a Milano e il 31 agosto sempre nel capoluogo lombardo al festival Milano Rocks!), Grohl ha ammesso di non essere la persona più indicata per fare un punto sullo stato dell’arte dell’industria discografica attuale: “Ci sono un mucchio di cambiamenti nella musica che non capisco”, ha ammesso il frontman e polistrumentista, “Non so che differenza ci sia tra Pandora e Spotify. Non ci arrivo proprio. Non ho le app sul telefono, scusate”.

Billie Eilish Pirate Baird O’Connell (18 dicembre 2001) è una cantante e cantautrice americana. Billie Eilish è cresciuta a Highland Park, Los Angeles da una famiglia di attori e musicisti. All’età di 11 anni, Billie Eilish inizia a scrivere e cantare le sue prime canzoni insieme al fratello maggiore, Finneas O’Connell, che stava già scrivendo, suonando e producendo canzoni con la sua band.
Il suo singolo di debutto, “Ocean Eyes”, è diventato virale e ha accumulato oltre 194 milioni di stream. Il suo EP di debutto intitolato “Do not Smile at Me” è stato pubblicato nell’agosto 2017. L’EP è stato certificato Gold dalla RIAA.
Eilish ha collaborato con il cantante americano Khalid nel singolo “Lovely”, che è stato pubblicato nell’aprile 2018 e inserito nella colonna sonora della seconda stagione della serie tv di Netflix “13 Reasons Why”. Nello stesso anno ha pubblicato i singoli “Bitches Broken Hearts” e “You Should See Me in a Crown”. Il 17 ottobre esce il singolo “When the Party’s Over”, seguito dai singoli “Come Out and Play” e “When I Was Older”, entrambi presenti nel suo nuovo album di prossima uscita.

Billie Eilish ha annunciato, per il 29 marzo, l’uscita del suo album d’esordio “When We All Fall Asleep, Where Do We Go?”. Il disco è stato anticipato dall’uscita del singolo “Bury A Friend”.

Il brano è stato scritto dalla stessa Billie insieme al suo collaboratore e fratello maggiore Finneas O’Connell ed è stato pubblicato congiuntamente a un video diretto da Michael Chaves.

Così Billie spiega la canzone:

“Quando abbiamo scritto “Bury a Friend” l’intero album è scattato nella mia testa. Ho immediatamente capito cosa stava per accadere, come sarebbero stati i visual e come volevo venisse percepito. Questo brano ha inspirato tutto l’album. “Bury a Friend” è letteralmente il punto di vista di un mostro sotto il mio letto. Se ti metti in quello stato mentale, cosa sente e cosa fa quella creatura? Confesso di essere quel mostro, perché io sono il mio peggior nemico. Posso essere anche il mostro sotto il tuo letto”.

“When We All Fall Asleep, Where Do We Go?” è stato scritto, prodotto e registrato interamente da Billie Eilish e dal fratello Finneas nella loro casa di Highland Park a Los Angeles.

 

Scrivi un commento

CARICO...