Pierre e Mohamed, l’umanità che sconfigge la violenza con il dialogo

BlogCinemaEventi LocaliTeatro

Giulia Amadioby:

Lo staff del Cinema “Famiglia” di Noventa Vicentina riapre le porte della Sala della Comunità dopo la pausa estiva con una rassegna autunnale, dal 18 ottobre al 14 novembre, intitolata “Costruiamo la comunità – dai social network alla comunità”, una iniziativa promossa dall’ACEC, in collaborazione con l’Ufficio Comunicazioni Sociali e la Fondazione Comunicazione e Cultura della CEI, che prende spunto dal 70° anniversario di costituzione dell’ACEC-SdC e dal messaggio di Papa Francesco per la 53a Giornata mondiale delle comunicazioni sociali. “Oggi la persona può far parte di una molteplicità di communities e allo stesso tempo, incredibilmente, di nessuna comunità. E’ uno dei paradossi di questo tempo che ci porta a riflettere sul tema della comunità come rete solidale che richiede l’ascolto reciproco e il dialogo, basato sull’uso responsabile del linguaggio”.

Un esempio di umanità che sa sconfiggere la violenza attraverso il dialogo è proprio lo spettacolo teatrale “Pierre e Mohamed”, con cui sarà inaugurata la rassegna al Cinema “Famiglia” venerdì 18 ottobre, alle ore 20.45. Questo monologo teatrale parla di una storia di amicizia tra un cristiano, il vescovo di Orano Pierre Claverie e un musulmano, Mohamed Bouchikhi, un ragazzo ventunenne di fede islamica, durante la terribile stagione del terrorismo in Algeria (1992-2001), quando 150.000 persone caddero vittime di una guerra civile scatenata da gruppi terroristici di matrice islamica e attizzata dalla repressione brutale dell’esercito. Il 1 agosto 1996 i due amici vengono assassinati insieme alla porta dell’episcopio di Orano e al funerale di Claverie prese parte una folla di fedeli islamici perché – dicevano – «era anche il nostro vescovo». Interpretato dall’artista musicale Lorenzo Bassotto, per la regia di Francesco Agnello, il testo teatrale è tratto dal libro “Pierre e Mohamed. Algeria, due martiri dell’amicizia” (EMI) del religioso domenicano Adrien Candiard. Ha avuto 1400 repliche in 7 diversi Paesi del mondo e il Cinema “Famiglia” ospiterà una delle prime date italiane.

La rassegna proseguirà giovedì 24 ottobre con il film di Kristian Gianfreda “Solo cose belle”, ispirato all’esperienza dell’Associazione Comunità “Papa Giovanni XXIII”, fondata da Don Oreste Benzi nel 1968, affronta il delicato argomento del rispetto della diversità. Giovedì 7 novembre verrà proposto il lungometraggio di Yvan Attal “Quasi nemici”, che tratta il tema dell’integrazione attraverso la parola che abbatte muri di arroganza, di superficialità, di aridità. La rassegna si chiuderà il 14 novembre con il film di Javier Fesser “Non ci resta che vincere”, in cui la disabilità, intesa come diversa abilità, viene proposta come valore per la comunità.

Per ulteriori informazioni consultate la pagina Facebook oppure scrivete all’indirizzo mail cinemafamiglia@upnoventasaline.it

RIEPILOGO PROGRAMMA DELLA RASSEGNA:

VENERDÌ 18 OTTOBRE ore 20.45 – Spettacolo teatrale “Pierre e Mohamed”
GIOVEDÌ 24 OTTOBRE ore 20.45 – Film “Solo cose belle”
GIOVEDÌ 7 NOVEMBRE ore 20.45 – Film “Quasi nemici”
GIOVEDÌ14 NOVEMBREore20.45 -Film “Noncirestachevincere”

Scrivi un commento

CARICO...