Le Pagelle del Fabiet

BlogMusicaRecensioni

Fabio Ranghieroby:

Ve lo ricordate Sanremo? Una settimana all’insegna della musica di cui ora probabilmente non ricordiamo nulla. Non è uno “spreco”? Una vera festa della musica con cadenza annuale dovrebbe essere indimenticabile, o quasi. Gli artisti tornano alla “normalità”, escono i loro forzatamente voluti lavori e programmano qualche live con i loro agenti. Nessuna differenza fra vincitori e vinti. Certo, una bella vetrina. Ma secondo il sottoscritto dovrebbe essere molto molto di più che un contenitore di pubblicità, di banalità e di un politically correct che ormai è più vecchio del festival stesso. Buona lettura.

Paola Turci – Viva da Morire. Uscita abbastanza attesa visto che il brano presentato a Sanremo ha preso un voto discreto. Il resto dei brani purtroppo è sotto, anche se non di molto. Un album più che sufficiente con una Paola Turci, sicuramente brava interprete, che cerca nuove soluzioni. Va benissimo ma la strada scelta non mi convince personalmente, dai suoni compressi pronti per il cellulare alle collaborazioni giovanili alle composizioni stesse che cercano di essere moderne. Purtroppo non ritengo che la ricerca o la voglia di svecchiarsi (o di ringiovanire) debba seguire questa strada che nasconde – alla fine – un lavoro di copia incolla da sonorità standard. Dobbiamo aspettare metà cd per trovare un bel brano ( Prima di Saltare) . Tralasciando la sporcizia audio dovuta ai plugin e agli effetti di cui Paola non ha bisogno. Voto 6,5: sufficienza per un album che poteva avere un’altra direzione per un’artista che ormai fa parte del bagaglio italiano. La durata di poco sopra la mezzoretta fa il resto.


Simone Cristicchi – Abbi cura di Me. E noi abbiamo cura di te, Simone. Una raccolta che forse non ha bisogno di una pagella. E’ per me giusto invitarvi a scoprire questo cantautore che può annoiare, ma è solo un’apparenza. Dietro ai suoi brani c’è sostanza e “Abbi Cura di Me” è sicuramente uno dei migliori brani presentati a Sanremo. Proprio questo è il motivo che mi ha spinto ad inserirlo nelle “Pagelle”, Sanremo rischia di essere dimenticato sempre più velocemente anno dopo anno. A noi spetta la possibilità di ricordarlo e di averne cura, nonostante tutto, soprattutto quando ci propone artisti di questo calibro. 21 brani da ascoltare nell’intimità perchè questa è la dimensione di Cristicchi: un cantautore che canta di fronte a noi, per noi. Voto 9: un voto alle canzoni, un voto alla carriera, un voto ed un grazie a questa raccolta che mi ha dato la possibilità di riscoprirlo.

Scrivi un commento

CARICO...