¡POP CORN! & La Bella e la Bestia

BlogCinemaRecensioni

Fabio Sossellaby:

TITOLO DEL FILM: LA BELLA E LA BESTIA
ATTORI PRINCIPALI: EMMA WATSON, DAN STEVENS, LUKE EVANS, KEVIN KLINE
ANNO DI USCITA NELLE SALE ITALIANE: 2017
GENERE: FANTASTICO, MUSICALE

 

TRAMA
La trama è pressochè la stessa del film d’animazione uscito negli anni 90, e parla di Bella, la ragazza più carina del villaggio, e della Bestia, che vive in un castello maledetto da una strega a causa della sua arroganza. All’interno del castello vive anche tutta la servitù della Bestia ma, come tutto il castello, anche loro sono stati colpiti dal maleficio, che li ha trasformati in oggetti animati, come ad esempio piatti, teiere, carrelli, orologi. Per rimediare al danno fatto, ed annullare il maleficio, la Bestia ha una sola possibilità, cioè quella di fare innamorare una ragazza. Questa impresa sembra del tutto impossibile….. fino all’arrivo di Bella.

GIUDIZIO PERSONALE
Torna sul grande schermo un altro cavallo da battaglia della Disney, personalmente è anche una delle storie che preferisco. La scelta di far interpretare Bella a Emma Watson mi sembra molto azzeccata e, nel famoso ballo con la Bestia (quello con il vestito giallo) sembra veramente uscita dalla favola di un cartone animato. Il regista sceglie di non cambiare quasi nulla della storia (a differenza del remake di Aladdin), e ripercorre fedelmente la morale dell’importanza “bellezza interiore” rispetto alla “bellezza esteriore” e al materialismo che colpiva quella società. Tuttavia Condon (il regista) adatta i personaggi ai nostri tempi, inserendo personaggi di colore e un personaggio che lascia intendere abbastanza apertamente la propria omossessualità (Le Tont). Le parti cantate sono identiche al cartone animato, molte volte anche l’angolatura della ripresa risulta essere simile, ma restano pur sempre molto emozionanti e piene di sentimenti. Dopo aver tessuto le lodi di questo bellissimo film arriviamo ai 2 punti che mi hanno più o meno lasciato perplesso: il primo è sicuramente il personaggio Bestia, il cui aspetto mi ha lasciato un po l’amaro in bocca, devo dire che me lo aspettavo un po più rude; il secondo è una delle scene finali, cioè quando Bella bacia la Bestia, il cui bacio, a differenza del cartone animato, è sulla fronte, cambiamento che ritengo irritante e insopportabile. Concludendo si può ritenere un bellissimo film, nel quale il regista ha dovuto solo guardarsi il cartone animato e riproporlo con attori veri, ma, dopotutto, sarebbe stato un sacrilegio cambiare la storia del primo cartone animato che sfondò la barriera della candidatura all’Oscar come migliore film.

PROMOSSO!

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Scrivi un commento

CARICO...