Restiamo Connessi: la passione di Elisa Scapin

ArteBlog

Giulia Amadioby:

Per la rubrica Restiamo Connessi abbiamo intervistato Elisa Scapin, 25enne di Cagnano di Pojana Maggiore che in questi giorni ha condiviso sui social i suoi lavori di grafica, materiali di supporto didattico e anche una poesia!

Elisa, com’è nata la tua passione per la grafica?
Sin da bambina il disegno è stata un’attività che mi piaceva molto. Infatti tra i miei giocattoli non mancavano mai i colori e matite. Questa passione è perdurata nel tempo fino ad ora, ma non ho seguito corsi, né frequentato la scuola artistica.
All’incirca 7 anni fa mi sono messa a disegnare Homer Simpson (adoro i cartoni e tutto il mondo dell’animazione) e da lì ho capito che volevo e potevo, con buona volontà, disegnare per “davvero”, spaziando tra personaggi fantasiosi, animati e paesaggi. Poi a Natale, il mi ragazzo Luca, vedendo la mia passione mi regalò un iPad che mi avrebbe stimolato ad intraprendere vari stili di disegni e grafiche digitali.
Premetto che non ho ancora trovato uno stile tutto mio, disegno tutto ciò che mi passa per la testa, ormai il disegno fa parte del mio vivere. Ho quindi deciso di condividere la mia arte con tutti, e di recente ho aperto uno shop online grazie a Teeser®, in cui stampo su t-shirt, felpe e cover le mie illustrazioni.

In questi giorni abbiamo visto le tue opere su Facebook. La prima era un’immagine di speranza di due persone unite. Quale messaggio hai voluto trasmettere?
Ho voluto trasmettere un messaggio di speranza, che andrà tutto bene, nonostante tutto. È una grafica rivolta a tutti, dalla persona triste che non può stringere il suo amato, alla persona che spera di rivedere presto sua mamma.. Ho voluto racchiudere l’essenza dell’unione tra due persone. La speranza intesa come “non preoccuparti, ci vediamo presto”, “voglio esserci”, “ci sono anche se siamo lontani”.

Hai anche pensato di offrire delle schede didattiche per le insegnanti…
In questo momento delicato ho visto molte mamme e papà ritrovati impreparati e poco organizzati alle prese con i propri figli. Diventa sempre più difficile inventarsi qualcosa di nuovo ogni giorno per far trascorrere le giornate ai bambini in maniera stimolante ma anche costruttiva.
Con le mie schede didattiche mi rivolgo specialmente ai bambini dell’asilo e delle elementari, i quali sono a casa da scuola per questa imprevista emergenza. Bisogna continuare a stimolare la loro curiosità e la loro voglia di interazione, quindi perché non farlo con delle schede didattiche? Si può colorare un disegno, associare i numeri alle parole o colorare e ritagliare una maschera di un animaletto. Attualmente, ne ho create solamente dieci e il materiale l’ho caricato su Facebook per farlo arrivare più rapidamente alle persone.
È un modo di giocare e imparare e far loro passare tempo di qualità.Per avere altre grafiche inerenti basta solamente richiedermele via e- mail all’indirizzo elisascapin17@icloud.com

Non ti sei cimentata solo con lavori di grafica, hai anche condiviso una poesia.
Sì, ogni tanto mi piace scrivere su carta le mie emozioni e tutto ciò che non riesco ad esprimere a voce. È un momento tutto mio, di riflessione e quasi di necessità, seguendo l’ispirazione del momento.
Dopo giorni a casa a causa di questa  quarantena, con la voglia di riabbracciare il mio ragazzo e con la voglia di vivere più spensieratamente ho scritto questo pensiero.
Per quanto possiamo dare per scontato è “bastato un attimo”, come “il freddo della paura” o “la forzata lontananza”, a fare la differenza nella vita di una persona.Alcune volte, reputiamo che tutto ciò avvenga solamente nei film, eppure, in un attimo può accadere tutto e di tutto come “spegnere la vita” all’improvviso.
La vita può sorprenderci in qualsiasi momento, ci ritroviamo in “un mondo fragile” e senza rendercene conto siamo “connessi in una stanza” a videochiamare la persona amata senza nemmeno poterla sfiorare.
Però, per quanto aspettiamo “niente è perduto” finché si ha la forza di lottare. Perché dopotutto la speranza è quella che si trova “sul rinascere della vita”.
Questo è la mia riflessione ma voglio che ognuno di noi trovi il proprio significato dietro a queste parole.

Contatti di Elisa
Pagina Instagram : @elisascapin_art
Pagina Facebook Shop:  www.facebook.com/LaEli17

Scrivi un commento

CARICO...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: